in , ,

Maria Puteolana

Maria Puteolana aveva un solo obiettivo: dedicare la sua intera vita alla difesa della patria, a qualunque costo

La guerra è il tipico aspetto maschile. Nel corso dei millenni, la storia ci insegna, si sono distinti condottieri ed eroi che hanno difeso la loro patria, hanno abbracciato una causa. Il tutto combattendo con valore e mascolinità. Ma chi dice che le donne non sono emblema bellico? In fondo sappiamo che nella mitologia greca, le Amazzoni erano donne vichinghe che rubavano e uccidevano insieme ai loro uomini. Così come sappiamo che Giovanna d’Arco, appena sedicenne, si mise alla guida dei francesi per sconfiggere gli inglesi (la sua era una fede patriottica sopra gli schemi). Non dimentichiamo poi la brigante del calibro di Michelina de Cesare, che dopo l’occupazione piemontese preferì sacrificare la  propria vita per la libertà della sua terra. In questo elenco c’è posto anche e soprattutto per un’eroina partenopea. Parliamo di Maria Puteolana.

La storia di Maria è molto particolare. Sicuramente si perde nei meandri della leggenda e delle testimonianze, per cui diventa molto difficile ricostruire i passi storici.

Le origini di Maria Puteolana

Si sa davvero poco e niente circa le origini delle sue gesta eroiche e della sua famiglia. Si sa di certo che sia nata a Pozzuoli e, nel XIV sec. abbia preso il sopravvento durante il dominio angioino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Palazzo Spinelli e la leggenda del Fantasma

Giuseppe Capaldo