La smorfia napoletana con numeri risalente al 1919.
La smorfia napoletana con numeri risalente al 1919.
in ,

La smorfia napoletana e i sogni

i 90 numeri della vera smorfia napoletana e il legame con il mondo dei sogni e il gioco del Lotto

In ogni casa partenopea che si rispetti, esiste una smorfia napoletana, magari tramandata da generazioni e generazioni e ricca di annotazioni, sottolineature e segnalibri fatti con le classiche “orecchiette” alle pagine.

Ma quando e dove nasce la smofia napoletana?

Risalire alle origini della scrittura della vera smorfia napoletana è davvero difficile e complesso. Tra le varie ipotesi più suggestive e accreditate ci sono quelle che attribuiscono la scrittura di questo magico libro basandosi sull’esistenza della ‘Qabbalah’ ebraica, ovvero di tutte quelle conoscenze esoteriche secondo le quali dietro ogni parola o segno si nasconda un significato più profondo, misterioso e nascosto da comprendere e interpretare.

L’origine del nome Smorfia Napoletana è da ricercare pertanto nella storia, ma potrebbe verosimilmente derivare da dio greco Morfeo, dio del sonno ed è per questo che esiste una stretta correlazione tra la smorfia napoletana e l’interpretazione dei sogni dalla quale ricavare dei numeri da giocare al famoso e storico gioco del lotto.

La smorfia napoletana e il gioco del Lotto

Da fonti storiche, si è appreso che il gioco del lotto è nato a Genova nel XVI secolo e solo più tardi nel XVIII secolo venne legalizzato nei diversi stati che a suo tempo componevano il nostro paese, compresa la capitale del regno delle due Sicilie, ovvero Napoli.

Fu proprio a Napoli che nacque cosi il culto di associare i numeri della smorfia a parole, segni e condizioni umane spesso sognate nella notte direttamente o indirettamente e una volta trovati provare a vincere al gioco del Lotto e in età più moderna al Superenalotto.

Una cosa sembra essere assolutamente certa: i 90 numeri della smorfia napoletana derivano dal gioco del lotto.

In tale ottica infatti, la smorfia napoletana, cerca di scovare i numeri da giocare al lotto per tentare la fortuna. E’ praticamente possibile ricavare i numeri dal 1 al 90 giocabili al lotto per qualsiasi circostanza accada nella vita quotidiana e soprattutto in quella onirica.

Sulla base di credenze del passato tramandate fino ai giorni nostri poi, si sono creati nel corso del tempo dei veri e propri personaggi magici e mitici da invocare nei momenti di difficoltà economica come i propri defunti più cari che, “venendoci” in sogno, hanno il dono di suggerirci i numeri vincenti da giocare per la prossima estrazione.

Famosissima è la commedia “Non ti Pago” di Eduardo De Filippo scritta nel 1940 tutta incentrata proprio sull’interpretazione dei sogni, il gioco del lotto e la consultazione della smorfia napoletana e questo rapporto fantasioso del popolo partenopeo con l’aldilà a proprio uso e consumo.

E’ bene precisare però che oltre alla vera smorfia napoletana, sicuramente la più diffusa e conosciuta, esistono anche altri tipi di libri destinati alla interpretazione dei sogni come la smorfia siciliana, marchigiana e romagnola.

Le insidie della smorfia napoletana

E’ importante tenere bene a mente però, che il numero che si associa ad un fatto accaduto in sogno o ad una determinata situazione verificatasi nella vita reale non è identificabile univocamente.

Infatti a seconda delle circostanze in cui il fatto o la situazione si è svolta si ottengono numeri diversi che possono portare effettivamente ad una vincita al lotto o meno.

Un esempio chiarirà meglio quanto sia importante “saper leggere” correttamente la vera smorfia napoletana.

Ecco che il verbo “giocare” nella smorfia napoletana è associato al numero 79. Ma incredibilmente se si aggiunge un dettaglio, ovvero si gioca a carte il numero da giocare è il 15. Mentre se in sogno quello che ci si para davanti è il giocare una partita a scacchi, ecco il numero da giocare diviene il 22.

Pertanto attenzione a dare la giusta interpretazione e connotazione ai fatti accaduti o sognati. 😉

Il cinema e il culto del lotto e dell’interpretazione dei sogni

Il gioco dello lotto e la consultazione della smorfia napoletana sono stati oggetto di ispirazione negli anni passati, anche per famosissimi scrittori e attori napoletani che hanno più volte ripreso il tema tramandandolo cosi di fatto alle generazioni presenti e future tramite famosi sketch televisivi, spezzoni di film o commedie teatrali.

Abbiamo già visto il contributo dato da Eduardo De Filippo con la sua commedia “Non ti pago” del 1940.

Anche Totò ( Antonio De Curtis ) ci ha regalato una delle più esilaranti scene in Totò e Peppino divisi a Berlino del 1961 in cui la zia monaca suggeriva i numeri da giocare, mentre un giudice per accertarsi che Antonio La Puzza (il personaggio impersonato da Totò) fosse veramente napoletano, interrogandolo sulla Smorfia.

Qualche anno più tardi, anche l’ormai compianto Luciano De Crescenzo, nel suo film Così parlò Bellavista, dedica al lotto e il significato dei sogni una scena tra le più comiche in assoluto con il racconto del sogno fatto dalle mitiche zitelle Nunzia e Nuccia Fumo.

Quasi contemporanea poi è stata la scelta del trio comico emergente, poi affermatosi negli anni, di Massimo Troisi, Lello Arena ed Enzo Decaro di identificarsi con il nome de La Smorfia.

I tre spiegarono che la scelta di questo nome è stato effettuato proprio come riferimento, tipicamente napoletano, a un certo modo di risolvere i propri guai: giocando al Lotto, e sperando in una vincita magari di un terno secco.

I principali numeri della Smorfia Napoletana da 1 a 90

Riassumiamo nella tabella sotto riportata i principali numeri della smorfia napoletana che potete ritrovare anche nel classico e famoso gioco natalizio e casalingo della TOMBOLA.

Per ogni numero sul nostro blog troverete un approfondimento con curiosità e diverse possibilità di utilizzo dello stesso in diverse accezioni e interpretazioni dei fatti e sogni di cui siete stati testimoni o partecipi.

SMORFIA NAPOLETANA: NUMERI

1L’Italia – L’Italia
2‘A Piccerella – La bambina
3‘A Jatta – La gatta
4‘O puorco – Il maiale
5‘A Mano – La mano
6Quella che guarda verso terra -Chella ca guarda ‘nterra
7‘O Vase – Il Vaso
8A’ Madonna – La Madonna
9‘A Figliata – La figliolanza
10‘E Fasule – I fagioli
11‘E Suricille – I topi
12‘O Surdate – Il soldato
13Sant’Antonio – Sant’Antonio
14‘O ‘Mbriaco – L’ubriaco
15‘O Guaglione – Il ragazzo
16‘O Culo – Il culo
17‘A Disgrazzia – La sfortuna
18‘O ‘Sanghe – Il sangue
19‘A Resata – La risata
20‘A Festa – La festa
21‘A Femmena annura – La donna nuda
22‘O Pazzo – Il pazzo
23‘O Scemo – lo scemo
24‘E Gguardie – Le guardie
25Natal’ – Natale
26Nanninella – Anna
27‘O Cantero – L’orinale
28‘E Zzizze – Le tette
29‘O Pate d”e Ccriature –
Il padre dei bimbi
30‘E Ppalle d”o Tenente –
Le palle del Tenente
31‘O Padrone ‘e Casa –
Il padrone dell’abitazione
32‘O Capitone – Il capitone
33L’Anne ‘e Cristo – Gli anni di Cristo
34‘A Capa – La testa
35L’Aucelluzz – L’uccello
36‘E Ccastagnelle – Le nacchere
37‘O Monaco – Il monaco
38‘E Mmazzate – Le bastonate
39‘A Funa n’Ganna – La corda al collo
40‘A Paposcia – L’ernia
41‘O Curtiello – Il coltello
42‘O Cafè – Il Caffè
43Onna pereta fore ‘O barcone –
Donna al balcone
44‘E Ccancelle – Le carceri
45‘O Vino bbuono – Il buon vino
46‘E Denare – I soldi
47‘O Muorto – Il morto
48‘O Muorto che pparla
Il morto che parla
49 ‘O Piezzo ‘e Carne – La carne
50‘O Ppane – Il pane
51‘O Ciardino – Il giardino
52‘A Mamma – La mamma
53‘O Viecchio – Il vecchio
54‘O Cappiello – Il cappello
55‘A Museca – La musica
56‘A Caruta – La caduta
57‘O Scartellato – Il gobbo
58‘O Paccotto – Il cartoccio
59‘E Pile – I peli
60Se Lamenta – Si lamenta
61‘O Cacciatore – Il cacciatore
62‘O Muorto acciso – Il morto ammazzato
63‘A Sposa – La sposa
64‘A Sciammeria – La marsina
65‘O Chianto – Il pianto
66‘E ddoie Zetelle – Le due zitelle
67‘O Totaro int”a Chitarra –
Il totano nella chitarra
68‘A Zuppa cotta – La minestra cotta
69Sott’e ‘Ncoppa – Sottosopra
70‘O Palazzo – Il palazzo
71L’Ommo ‘e Merda – Essere riprovevole
72A Maraviglia – Lo stupore
73‘O Spitale – L’ospedale
74‘A Rotta – La grotta
75Pullecenella – Pulcinella
76‘A Funtana – La fontana
77‘E Riavulille – I diavoli
78‘A bella Figliola – La prostituta
79‘O Mariuolo – Il ladro
80‘A Vocca – La bocca
81‘E Sciure – I fiori
82‘A Tavula ‘mbandita –
La tavola imbandita
83‘O Maletiempo – Il maltempo
84‘A Cchiesa – La chiesa
85‘Ll Aneme ‘o Priatorio  –
Le anime del Purgatorio
86‘A Puteca – Il negozio
87‘E Perucchie – I pidocchi
88‘E Casecavalle – I caciocavalli
89‘A Vecchia – La vecchia
90‘A Paura – La paura

Concludiamo questo nostro articolo sulla smorfia napoletana e il gioco del lotto sperando di aver soddisfatto la vostra curiosità e quella dei vostri conoscenti ( condividete l’articolo se vi è piaciuto! ) e ricordandovi di GIOCARE RESPONSABILMENTE e facendovi memoria di una dei tanti proverbi popolari napoletani:

Chi ‘e speranze campa disperato muore!!!

Vi suggeriamo, nel caso non aveste in casa una smorfia napoletana, di acquistarne una delle versioni meglio recensite del mercato: La smorfia napoletana. Sogni, detti, proverbi e lotto nella cabala partenopea

 

Un Commento

Rispondi

    UN RICHIAMO

    1. Condivisione:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    insalata di rinforzo

    Insalata di rinforzo: storia e ricette

    Struffoli Napoletani

    Struffoli: storia e ricetta